Il bonus di 200 euro spetta anche ai precari, ma attenzione alle clausole

Un bonus atteso e discusso, probabilmente non utile a livello strutturale, ma finalmente arrivato per chi è in difficoltà. Ai precari con contratto al 30 giugno spetta questa indennità: devono però aver lavorato almeno 50 giorni nel 2021.

Per maggiori riferimenti indichiamo il link ufficiale alla circolare INPS con tutti i chiarimenti sul bonus: CIRCOLARE INPS

I lavoratori che rispettano questi requisiti, per ricevere il bonus, dovranno presentare domanda all’Inps, entro il 31 ottobre 2022.

Secondo quanto riporta la Flc Cgil, tutto ciò si evince da una lettura approfondita e corretta della norma (c. 13, art. 32 del DL 50/2022) e della circolare applicativa dell’INPS (n. 73 del 24 giugno 2022) da cui si desume che l’ente provvederà ad erogare il bonus a tutti i lavoratori precari con i requisiti specificati.

Si ricorda che dipendenti, sia pubblici che privati, pensionati e percettori di reddito di cittadinanza lo riceveranno insieme alla busta paga di luglio, mentre le altre categorie di lavoratori lo riceveranno a ottobre. I disoccupati che percepiscono i sussidi, devono risultarne beneficiari di tali trattamenti nel mese di giugno, quindi, se il trattamento è terminato in maggio o viene percepito a partire da luglio non si ha diritto all’incentivo .

Per ogni chiarimento ulteriore consigliamo di contattare il proprio commercialista per evitare errori nella richiesta e per un’attenta verifica dei requisiti.