Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

UISP’80 Pallamano: il tris è servito

UISP Pallamano

Sabato 16 marzo la UISP’80 Pallamano Putignano ha collezionato la terza vittoria consecutiva battendo l’Alcamo con il risultato di 24 a 22. Per la prima volta nella stagione i ragazzi di mister Perrini sono riusciti a collezionare tre vittorie di fila sfruttando appieno il fattore casa.

È veramente un peccato che dopo le due convincenti prove con il Valentino Ferrara e l’Alcamo i rossoblù si debbano fermare per una settimana per osservare il proprio turno di riposo imposto dal calendario.

Il prossimo sarà comunque un turno senza patemi d’animo, perché grazie a questa vittoria e alla contemporanea sconfitta dell’Atellana ad Enna, la UISP’80 si è portata a 3 punti dai casertani e a 4 dai trapanesi. Santoro e compagni inoltre avranno 15 giorni per recuperare le forze dopo le fatiche di sabato e concentrarsi al meglio in vista dello scontro diretto con l’attuale capolista Mascalucia, la quale certamente non sarà in vena di sconti vista la lotta a tre con Teramo e Benevento per i due pass in palio per accedere alle Final Eight di Cassano Magnago.

Sarà quella una partita difficilissima per Santoro e soci che però potranno usufruire ancora una volta del fattore casa che sabato scorso ha sicuramente fatto la differenza. Il calore della palestra della “Stefano da Putignano” è stato fondamentale nei momenti cruciali della partita e ha reso ancora più dolce la gioia per i due punti conquistati dopo 60 minuti intensi.

Entrambe le squadre hanno infatti lasciato a casa il fioretto e hanno imposto un gioco molto fisico caratterizzato da una difesa dura. In attacco entrambe le squadre hanno usato molto cambi di posto e attacchi 1 vs 1 per sfruttare la verve dei propri tiratori, in particolare di Vaccaro per i siciliani e di Losavio e Santoro per i padroni di casa.

Per il delicato match con vista quarto posto mister Perrini deve fare a meno di Adone, Gallo e Albano Laera fermati da impegni di lavoro che si aggiungono al lungodegente Notarangelo, mentre fa capolino in panchina Morano, che però non è ancora al 100%.

Mister Perrini conferma così il settetto che aveva incominciato la sfida con il Valentino Ferrara sette giorni prima. L’inizio è sicuramente di marca siciliana che sfrutta a meglio le conclusioni dalla distanza dell’ispiratissimo Vaccaro e di Lipari oltre alle incursioni di Fagone.

Dopo 7 minuti di gioco gli uomini di mister Randes comandano il gioco per 2 a 6. Il Putignano, dopo le difficoltà iniziali, riesce però a riprendersi e rifarsi sotto grazie a due reti di Cesare Laera e di capitan Santoro. Le quasi contemporanee esclusioni temporanee di Campanella e Fanizza potrebbero rigettare indietro i padroni di casa, che, però, nonostante la doppia inferiorità numerica riescono a non subire gol e anzi a segnare con Losavio.

Il Putignano supera così indenne il secondo dei momenti critici della partita. Il terzo arriverà pochi minuti dopo quando Vaccaro segna due rigori consecutivi che portano l’Alcamo sul +3 e Campanella in panchina per la seconda esclusione temporanea. La reazione dei rossoblù è però da incorniciare perché nel giro di 7 minuti passano dal 8-11 al 14-12 sfruttando bene un paio di contropiedi e imbastendo un bel gioco corale dimostrando di non patire la stanchezza dopo 30 minuti di gioco intenso.

L’inizio della ripresa vede un sussulto dell’Alcamo che con una doppia marcatura di Vaccaro riporta in parità il match. Il pareggio è, però, effimero perché il Putignano si rialza subito riportandosi sul +2/3 grazie ad un superbo Santoro e a Labate. Nel frattempo, in campo si assiste ad una sfida nella sfida che vede impegnati i due giocatori più tecnici in campo ovvero Vaccaro e Santoro chiamati a battere un gran numero di 7 metri quasi tutti realizzati.

È così che entrambe le squadre giungono al 15esimo della ripresa con 20 gol segnati a testa. Nello sprint finale, però, è la UISP’80 a fare la voce grossa registrando al meglio la difesa e soprattutto la catena di centro-destra dove Luca Laterza e Labate attuano sistematici raddoppi su chiunque graviti dalle loro parti, ma anche Lippolis si rende protagonista di interventi importanti. Infine, un’altra mossa importante è stato l’ingresso di Montalto che ha rilevato Losavio vittima di un infortunio alla mano. Entrato con la giusta concentrazione e determinazione il giovane terzino putignanese ha subito confezionato 2 gol e delle buone chiusure difensive che hanno contribuito a chiudere il match sul 24 -22.

Il Putignano, come detto ha ora due settimane per preparare al meglio la sfida con la capolista Mascalucia e cercare di tenere aperta il più possibile questa striscia di successi.


UISP’80 Pallamano Putignano vs Th Alcamo: 24-22 (14-12 PT)

Putignano: Campanella 1, Fanizza 1, Laera 3, Laterza L. 3, Laterza V., Lippolis, Aquilino, Montalto 3, Losavio 4, Morano, Santoro 8, Mastrangelo, Pugliese, Labate 1, Bianco, Morea; All. Perrini

Alcamo: Vaccaro 11, Deodato, Fagone 3, Saullo 3, Giordano, Lipari 2, Gottuso 1, Saitta 2, Grizzo, Cicirello, Stellino, Orlando; All. Randes

Arbitri: Simone e Strippoli

Classifica: Mascalucia 23; Teramo, Benevento 20; Putignano 14; Atellana 11; Alcamo 10; Haenna 8; Lanzara 4; Valentino Ferrara 2

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI