Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

UISP’80 Pallamano Putignano, un'altra vittoria pesante

Pallamano Putignano

Sabato 17 marzo è stato un giorno di festa per la UISP’80 Pallamano Putignano che, battendo il Teramo per 27 a 24, ha ottenuto la certezza di giocare anche l’anno prossimo il campionato di A2. Portato a casa l’obiettivo stagionale, i ragazzi di mister Perrini potranno ora dedicarsi alla corsa per i play off il cui raggiungimento sarebbe un bellissimo premio per tutti i sacrifici fatti in questi mesi. In tal senso, le vittorie contro Teramo e Atellana hanno posto i rossoblù in una condizione di vantaggio. Infatti, dando per scontato che il Città Sant’Angelo mantenga il suo ruolino di marcia e conquisti il primo posto già la settimana prossima, il Putignano approccerà con due punti di vantaggio il rush finale di tre partite che chiuderà la Regular Season del girone D.

I conti e le supposizioni che potremmo fare sono molteplici, lunghi e laboriosi; inoltre sarebbero inutili se partiamo dal presupposto che vincendo tutte le partite in programma la UISP’80 sarebbe sicuramente tra le 8 formazioni che dal 29 Aprile a 1 Maggio si giocheranno l’unico biglietto messo a disposizione dalla federazione per la rinnovata serie A1 2018/19. Importantissimo sarà dunque vincere il match di sabato prossimo a Roma contro la Lazio, che potrebbe essere il vero e proprio ago della bilancia in questo rush finale soprattutto se nel Comunicato Ufficiale di mercoledì prossimo saranno confermate le voci circa il ritiro dal campionato da parte del Capua.

Tornando al match con il Teramo, mister Perrini decide di confermare i sette che erano stati titolari anche 7 giorni fa contro l’Atellana, mentre la novità più lieta è sicuramente la prima convocazione in serie A2 del terzino under 17 Lorenzo Mele, a conferma della forte sinergia che c’è tra le varie rappresentative del sodalizio putignanese.

La UISP’80 parte subito con piede giusto grazie al gol di un Losavio in grande spolvero in questo periodo e al contropiede realizzato da Laera. Poi qualche meccanismo in attacco si inceppa e gli abruzzesi ne approfittano per portarsi sul 5-2 dopo 6 minuti di gioco. Fanizza e compagni però si rialzano dalle difficoltà iniziali serrando le fila in difesa. Nei successivi 15 minuti, infatti, i biancorossi segneranno solo 1 gol, permettendo al Putignano di portarsi sull’ 11-6 al 22esimo del primo tempo. Losavio e Laera fanno sì che il distacco tra le due formazione rimanga invariato fino alla fine della prima frazione di gioco, la quale si chiude con il risultato di 15 -10 ad appannaggio della UISP’80.

Al ritorno in campo la squadra più in palla sembra però l’NHC, che piazza subito un break di due reti con i rossoblù che appaiono disorientati dal cambio di difesa proposto da mister Chionchio. Mister Perrini chiama subito il time out per far sì che non si svolga lo stesso copione dell’andata, dove gli abruzzesi riuscirono a colmare nel secondo tempo tutto il vantaggio che il Putignano aveva accumulato nella prima frazione di gioco. Il time out riesce a risolvere solo in parte i problemi dei rossoblù che devono lottare punto su punto contro i biancorossi. La svolta del match arriva a circa metà tempo con l’ingresso di Giuseppe Santoro che, seppure non al 100%, riesce a dare il giusto ritmo alla squadra e a segnare due gol fondamentali per riportare il Teramo ad una distanza di sicurezza. Negli ultimi minuti gli abruzzesi provano a difendere a tutto campo per rubare quanti più palloni possibile, ma la tattica non ha l’effetto sperato, anzi il Putignano riesce ad andare in rete prima con Santoro su rigore e poi con Adone, sigillando così la gara sul risultato di 27 a 24.

Per quanto riguarda le statistiche, dobbiamo constatare che tutti hanno tenuto medie molto alte, sintomo questo della grande partita disputata da tutti gli effettivi che quindi sono riusciti a dare continuità all’eccellente prestazione contro l’Atellana. Questo è un segnale che la squadra sta maturato e crescendo sempre più.

Un altro importante banco di prova sarà quello di sabato prossimo contro la Lazio che è una squadra che in casa è temibilissima, come dimostrato dal fatto che dalla trasferta capitolina una squadra come il Città Sant’Angelo è tornata a casa con 0 punti in tasca. La concentrazione in casa UISP’80 dovrà essere tenuta alta quindi per almeno un’altra settimana, dato che poi il campionato si fermerà per due settimana a causa della sosta pasquale e riprenderà a metà aprile con gli ultimi due match della Regular Season.

 

UISP’80 Pallamano Putignano vs NHC Teramo: 27 -24 (15 -10 PT)

Putignano: Adone 1, Aquilino, Campanella 3, Fanizza 2, Laera 4, Laterza L. 4, Laterza V., Losavio 6, Santoro 3, Lippolis, Mastrangelo, Morano, Notarangelo 4, Mele; All. Perrini.

Teramo: Santucci, Ricci P. 3, Canzanese, Cinelli 5, Ricci R., Morale 1, Macrone 1, Murri 8, Angeloni 5, Reginaldi , Camaioni, Barbuti 1, Di Gialluca 1; All. Chionchio.

Classifica: Città Sant’Angelo 28; Putignano 23; Manfredonia 21; Atellana 20; Teramo 19; Lazio 13; Capua 11; Altamura 8; Ginosa 3; Fondi 2;

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI