Sabato 25 Novembre 2017
   
Text Size

UISP’80 Pallamano Putignano: una sfida all'ultimo respiro

pallamano UISP Putignano ottobre 2017

Sabato 28 ottobre la UISP’80 Pallamano Putignano ha vinto la sua prima partita di campionato superando il Free Time Manfredonia per 32 a 29, vendicando così la sconfitta subita nella prima giornata contro il Città Sant’Angelo. In questa gara i ragazzi di mister Perrini si scoprono dei novelli Rocky Balboa, ovvero atleti capaci di incassare il colpo, soffrire e ribaltare situazioni piuttosto sfavorevoli come quella vissuta nei primi dieci minuti della partita contro i foggiani. Da segnalare inoltre il grande apporto in termini di gol e qualità dato da Achille Adone che all’esordio stagionale segna ben 7 gol di cui alcuni di notevole fattura. Non da meno sono stati Fanizza, anch’esso con 7 marcature a referto, e Montalto, top scorer rossoblù con 8 reti.

L’avvio della gara è un vero shock per la UISP’80 che all'ottavo minuto si ritrova sotto nel punteggio di 1 a 6. Sembra l’inizio di un incubo per i rossoblù, che però hanno la forza di non mollare e di iniziare ad erodere con pazienza lo svantaggio accumulato. In particolare sono i sopracitati Adone, Montalto e Fanizza a guidare la rimonta che vede il Putignano portarsi addirittura in vantaggio a 2 minuti dalla fine. Purtroppo due gol firmati da Vanoli e Rodriguez fanno sì che la prima frazione di gioco si concluda con il risultato di 13 a 14 per il Manfredonia.

Il secondo tempo comincia con un ulteriore break dei ragazzi di coach Tomaiuolo, che si portano sul 14 a 18 in un amen. La UISP’80, però, sembra davvero assumere le fattezze del pugile interpretato da Stallone e così, una volta incassato il duro colpo, decide di non concedere il KO all’avversario ma di rialzarsi e gettare il cuore oltre l’ostacolo. E per farlo si affida al portiere Vincenzo Laterza che con una serie impressionante di parate favorisce la rimonta rossoblù, che si conclude al minuto 17 quando i foggiani vengono raggiunti sul 26 pari. Sarà il neo subentrato Morano a sancire il vantaggio putignanese un minuto più tardi. Di lì in poi Santoro e compagni riusciranno a non farsi più rimontare nonostante la difesa a tutto campo messa in atto negli ultimi minuti di gioco dai foggiani. La partita si concluderà pertanto con il risultato di 32 a 29.

Se la voglia di lottare l’avevamo già lodata nella scorsa partita, oggi non possiamo non esaltare la capacità di questo gruppo di reagire alle situazioni negative e questo è un indicatore di crescita positiva della squadra. Per quanto riguarda i disastrosi inizi di frazione di gioco, essi sembrano più frutti del caso e al momento non preoccupano considerando che contro il Città Sant’Angelo le cose migliori si erano viste proprio in quel lasso di tempo. Ora la concentrazione è rivolta all’Esperanto Fondi che tra una settimana ci farà visita. I laziali sono ancora a secco di punti dopo le sconfitte contro il Città Sant’Angelo e il Capua e sicuramente si presenteranno con una voglia pazzesca di smuovere la loro classifica. Per sabato prossimo mister Perrini spera di recuperare Luca Laterza, che questa settimana è rimasto fermo ai box per un fastidio alla schiena, per avere così rotazione più ampia che permetterà di avere ancora più lucidità in campo.

L’appuntamento è quindi per sabato 5 novembre alle 19:00 presso la palestra della scuola media “Stefano da Putignano” per la terza gara del girone d di serie A2.


TABELLINO

UISP’80 Putignano vs Free Time Manfredonia: 32-29 (13-14 PT)

Putignano: Adone 7, Campanella, Fanizza 7, Laera 4, Laterza V., Losavio 2, Santoro G. 3, Lippolis, Loliva, Mastrangelo, Montalto 8, Morano 1, Tinelli, Aquilino; All. Perrini;

Manfredonia: Tomaiuolo, Losciale, Cassa, Rodriguez 8, Vanoli 10, Esposito 2, Riccardo 7, Trotta, Lauriola, Bottalico, Faccio Russo, Latorre 2, Tricarico; All. Tomaiuolo;

Arbitri: Formisano e Sarno;

Classifica: Città Sant’Angelo, Capua, Atellana 4; Teramo, Altamura, Manfredonia, Putignano 2; Lazio, Ginosa, Fondi 0;

Ufficio stampa UISP’80 Pallamano Putignano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI