Domenica 22 Ottobre 2017
   
Text Size

Impara a correre, saltare e lanciare...

Mister Federico Mirizzi

Lunedì 11 settembre la UISP’80 Pallamano Putignano riprenderà le sue attività a livello giovanile con l’inizio dei corsi dedicati ad atleti under 15 e under 12, che quest’anno saranno seguiti da uno staff completamente rinnovato al cui capo ci sarà mister Federico Mirizzi. Mirizzi, putignanese di 33 anni ha quindi deciso di appendere le scarpe al chiodo dopo 20 di attività e di trasferire le sue notevoli conoscenze ai nuovi prospetti rossoblù. Come molti in città ben sanno, le conoscenze di Federico non sono solo frutto di anni e anni di pallamano giocata, ma comprendono una vasta gamma di tecniche di potenziamento aerobico e capacitivo. Ed è proprio in questo verso che la UISP’80 ha deciso di andare quando ha deciso di affidare a lui la cura dei suoi più giovani virgulti. D’altronde, come dice coach Mirizzi, prima di tutto devi imparare a correre, saltare e lanciare. Una volta che hai acquisito bene questi fondamentali ecco che la strada verso qualsiasi sport sarà sempre più agevole.

Ma per far meglio comprendere a tutti la filosofia di mister Mirizzi ecco che gli abbiamo rivolto qualche domanda.

 

Mister Mirizzi, vorrei iniziare questa breve chiacchierata parlando del tuo background. Hai speso una vita nel mondo dello sport, potresti presentarti al grande pubblico elencando le tue competenze e capacità?

«Ho iniziato sin da giovanissimo a praticare la pallamano qui a Putignano. All’età di 16 anni ho iniziato anche a fare il secondo allenatore delle rappresentative u12 e 14. Inoltre in quegli anni ho iniziato ad appassionarmi a discipline di resistenza e forza fino ad avvicinarmi al mondo del fitness e della preparazione atletica in generale. Dopo di che mi sono trasferito a Roma dove ho intrapreso un percorso di studi legato al funzionale e alle discipline ad alto impatto. In seguito mi sono trasferito a Parma dove ho avuto contatti conlo staff dei preparatori atleticidella squadradi Pro 12 di rugby “le Zebre”. Di pari passo ho iniziato a collaborare con vari centri fitness in tutta Italia. Ora che ho raccolto un po’ di esperienza sono qui per insegnare a tutti che il corpo è asimmetrico e bisogna allenarlo in questa maniera e il modo migliore di farlo è con circuiti funzionali».

 

“Impara a correre, saltare e lanciare” questo è il tuo motto nella vita, quanto credi possa essere utile nella vita essere un buon atleta?

«Io aggiungerei anche ad arrampicarsi. Secondo me oggi ogni essere umano dovrebbe essere capace di fare questoperché è utile non solo nello sport ma nella vita di tutti i giorni, perché se una sa fare queste azioni basilari può davvero fare tutto, a partire dal salire le scale di casa per finire ad azioni ben più complesse».

 

Cosa si dovrebbe aspettare un genitore che quest’anno decide di mandare suo figlio a frequentare un corso u15 o u12 dalla UISP’80?

«Se oggi un genitore decide di affidarmi il proprio figlio può stare tranquilloche sicuramente si divertirà e apprenderà moltissime cose nuove. Cercherò loro di insegnare a lavorare in squadra come io farò con i miei due stretti collaboratori che saranno Gianni Pizzutilo e Anna Criscuolo. Sono certo che i ragazzi vedendo lavorare noi in assoluta sintonia saranno più propensi alla collaborazione con i loro compagni sia in ambito sportivi che scolastico. Inoltre sicuramente applicherò tutte le mie competenze tecniche a questo sport che io amo e che spero anche i ragazzi incominceranno ad apprezzare».

 

Hai già nominato le due persone che quest’anno saranno al tuo fianco pronte a coadiuvarti. Puoi presentarcele?

«Sì, accanto a me avrò Gianni Pizzutilo che per me è il cuore della UISP’80 Pallamano Putignano. Il suo ruolo è fondamentale grazie alle sue competenze quasi uniche in Italia con i ragazzi dai 10 ai 15 anni. Poi ci sarà anche Anna Criscuolo che è una ragazza che si è avvicinata al mondo della pallamano prima come giocatrice e che ora ha deciso di intraprendere il cammino di educatrice. Sarò lieto di insegnarle quanto più possibile perché nell’ambito sportivo delle figure femminili forti come lei possono davvero fare la differenza».

Infine ricordiamo che quest’anno tu sei anche il direttore sportivo della squadra. Pertanto per quest’ultima domanda ti chiediamo di smettere per un momento i panni di mister per indossare quelli da DS e parlarci così del tuo nuovo ruolo.

«Il ruolo di direttore sportivo è una nuova avventura che ho accettato quest’anno. Il ruolo di tecnico è un ruolo che conosco bene grazie ad anni ed anni di esperienza, mentre nella mia vita non avevo mai svolto un lavoro più dirigenziale come è quello del DS. Nonostante tutto ho accettato quest’incarico con molto entusiasmo per cercare di portare una ventata di novità nell’ambiente. Il mio ruolo sarà quello di collegamento tra dirigenza, tecnici e squadra. Cercherò di mettere le mie competenze a servizio di un movimento di giovani che secondo me ha bisogno di esplodere».

Per coloro i quali volessero affacciarsi al mondo della pallamano ricordiamo che gli allenamenti dell’under 12 saranno il mercoledì e il venerdì alle ore 16, mentre l’under 15 si allenerà il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 17.30. Per ulteriori informazioni la sede della UISP’80 è aperta il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 18.30 alle ore 20.00 oppure è possibile inviare un messaggio sulla pagina Facebook “Pallamano UISP’80 Putignano”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI