Giovedì 06 Agosto 2020
   
Text Size

Consiglio comunale "di routine"

L'intervento del consigliere Saverio Campanella

 

Si potrebbe definire un Consiglio comunale assolutamente "di routine" quello svoltosi lo scorso 18 maggio. Considerando le assisi immediatamente precedenti, che hanno visto consiglieri e assessori accapigliarsi per Bilanci di Previsione o impianti di compostaggio ancora non realizzati, la seduta consiliare di giovedì scorso è sembrata a qualcuno persino un po' apatica.

 

Approvato il Rendiconto 2016

Pochi, precisamente quattro, i punti all'ordine del giorno: il primo ha riguardato l'approvazione dei prospetti e dello stato patrimoniale del Comune, mentre il secondo concerneva l'approvazione del rendiconto della gestione 2016. Si tratta, in termini più semplici,  della regolare tenuta della contabilità economico-patrimoniale del Comune, obbligatoria sin dal primo gennaio dello scorso anno per tutti i Comuni con popolazione superiore a cinquemila abitanti. Una breve discussione sui due primi punti all'ordine del giorno e si passa alla votazione. I più critici sono i consiglieri di minoranza Mastrangelo e Campanella. Mastrangelo contesta l'avanzo di bilancio, seppur, per sua stessa ammissione, non esagerato. Giannandrea replica: «Anche se indirettamente, un avanzo definito "piccolo" è per me un complimento: significa che stiamo amministrando bene». Saverio Campanella ironizza sulla relazione "flash" sul rendiconto dell'assessore Luciana Laera, definendola, con l'estro che contraddistingue il consigliere anche nel coniare neologismi, "elicotteristica".

Il rendiconto viene alla fine approvato, nonostante tutti i voti sfavorevoli della minoranza.

 

Un nuovo regolamento per la Sala consiliare

Meno ostico il terzo punto all'ordine del giorno che ha posto la questione dell'utilizzo della Sala consiliare. Spiega il primo cittadino Domenico Giannandrea: «Visto lo status istituzionale della sala, abbiamo ritenuto, all'unanimità con tutte le forze politiche, di redigere un Regolamento che disciplini l'utilizzo della stessa per eventi diversi da quelli istituzionali. Il regolamento prevede anche la possibilità di far slittare un evento previsto in Sala consiliare, qualora ci sia un'emergenza istituzionale o in caso di matrimonio». Il Regolamento, come preannunciato dal Sindaco, viene approvato all'unanimità.

 

"Consulta pari opportunità"

Le "pari opportunità" rappresentano un tema sentito dall’amministrazione Giannandrea. Tale  impegno è diventato concreto con l'approvazione di un nuovo regolamento per il funzionamento della "Consulta per le pari opportunità". È questo il quarto ed ultimo punto all'ordine del giorno. La consulta si apre dunque anche agli immigrati, al fine di rappresentarne i diritti. Anche questo Regolamento viene approvato all'unanimità. Il Consiglio, celere e provo di particolari polemiche, si chiude alle 18,15.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI