Mercoledì 12 Agosto 2020
   
Text Size

Giacomo Polignano capolista della mozione Renzi

Da sinistra, Vinella, Di Masi, Polignano e Genco

Settimana intensa, quella che ha visto protagonista il Pd di Putignano e il suo capogruppo Giacomo Polignano.

Dopo la precedente apparizione affianco a Matteo Renzi, nel “Noi che”, tour di presentazione della mozione di Renzi, che ha fatto tappa a Bari sabato 8 Aprile scorso, in settimana è stata ufficializzata la candidatura a livello regionale come capolista per la mozione dell’ex Presidente del Consiglio, relativamente al circolo Bari Sud, comprendente 27 comuni, ad eccezione della zona nord di Bari.

 

La notizia è stata comunicata martedì 11 Aprile, con una conferenza stampa convocata nel locale circolo del Pd.

Il primo a prendere la parola è stato il segretario cittadino Nicola Di Masi, il quale ha spiegato l’importanza dell’appuntamento che vedrà coinvolto il Pd a tutti i livelli, dal locale al nazionale, con le primarie che sceglieranno il nuovo segretario nazionale del Partito.

“Il circolo di Putignano - ha esordito Di Masi - ha attraversato un grande periodo di rinnovamento e pian piano si riaffaccia con molta determinazione nel panorama politico non solo locale. Di questo, diamo atto al grande lavoro svolto in questi anni in cui abbiamo guidato il partito con molta volontà nella crescita sul territorio

Domenica 30 Aprile saremo chiamati ad eleggere il nuovo segretario nazionale.

Per votare, occorrerà essere muniti di tessera elettorale e carta di identità. Per tutti i fuorisede o per chi vuol partecipare al voto ed è nella fascia tra i 16 e i 18 anni, occorrerà una registrazione preventiva sul sito del Partito Democratico.

Gli iscritti al Pd votano gratuitamente, mentre tutti gli altri potranno esprimere la preferenza pagando 2 euro. Le operazioni di voto si svolgeranno all’interno della sede del Pd di Putignano.

Per tutti, andrà stipulata e firmata, prima del voto, una dichiarazione di intenti di appartenenza al circolo Pd di Putignano”.

 

La parola è poi passata al giovane “super” renziano Michele Vinella, nonché segretario dei Giovani Democratici Pd di Putignano.

Dichiaratosi renziano “pensante, Vinella ha annunciato ai presenti la notizia gloriosa per tutto il circolo, inerente al capogruppo Pd Giacomo Polignano: “Dopo il risultato di sabato 1 Aprile che ha visto la celebrazione del congresso nazionale nei circoli,  ci stiamo approcciando per celebrare le primarie e per comporre l'assemblea nazionale del partito democratico, nonché la segreteria del partito”. “Lunedì - ha concluso Vinella - si sono chiuse le liste e annunciamo che, a sostegno di Renzi segretario nazionale, il capolista per il circolo Bari Sud è Giacomo Polignano.

Questo è un traguardo importante raggiunto da tutto il gruppo insieme anche ad Angela Fontana che, nonostante una scelta diversa riguardo il sostegno a segretario nazionale, rimane una persona che ha e sta scommettendo sul rinnovamento di questo circolo.

Inoltre, con questa notizia, possiamo veramente essere contenti che Putignano potrà contare di avere anche un riferimento politico a livello nazionale”.

 

Presente anche Vito Genco, capogruppo della mozione Renzi nel circolo di Putignano, il quale ha partecipato alla convenzione congressuale provinciale che ha affermato “i numeri” per la candidatura ufficiale dei tre rappresentanti (Orlando, Emiliano e Renzi) a segretario nazionale.

Un ruolo più che altro da testimonial il suo, come da lui stesso ribadito:Mi trovo, sotto forma di testimone ad affermare che quella di Giacomo Polignano è una candidatura importante a livello locale e un riconoscimento del lavoro effettuato per Putignano e per il Pd a livello territoriale. Sono contento che, una volta in più, il Partito Democratico premi chi sacrifica del proprio tempo per il partito.

Questo risultato è importante per tutto il circolo, visto anche l’impegno che lo stesso infonderà per le prossime elezioni comunali, dove si, mancano 2 anni, ma che, già in questi tre anni, ci inducono a definire l’attuale amministrazione al capolinea, visto il ritmo lento della suddetta macchina amministrativarispetto, ad esempio, alla velocità del circolo Pd putignanese”.

 

Infine, la parola a Giacomo Polignano, il quale si è complimentato con il segretario Di Masi per aver portato avanti con tanta dedizione la “carretta” all’interno del circolo locale del Pd. Poi, invitando Putignano alla partecipazione al voto, indipendentemente dalla preferenza, per domenica 30 Aprile, ha aggiunto: “Ci tengo a ringraziare Michele Vinella e Vito Genco, il quale ha prestato la faccia, non solo stasera, ma anche all'assemblea congressuale provinciale.

Mi piace pensare alla partecipazione che, ad esempio, grazie a Renzi, ha portato diverse persone, come Vito,a ritornare vivaci e motivati all’interno del Pd.

La notizia che mi vede capolista all'interno di uno dei tre collegi per la mozione Renzi è di un certo spessore, non solo personalmente parlando. Mai, ad esempio, avrei pensato tre anni di tornare alla vita politica e di recuperare, in cosi poco tempo, il contatto con il nostro territorio, di poter interloquire con Renzi e adesso, avere una possibilità per poter portare la voce del territorio all’interno dell’Assemblea Nazionale del Pd.

I complimentivanno a quelle persone che si sono impegnate negli anni per riportare il Pd vicino al territorio e acquisire, pian piano, anche una proiezione a livello sovralocale, con l’obiettivo primario di far recuperare al circolo l'amministrazione di Putignano.

Infatti, sia alcuni consiglieri di maggioranza, che di minoranza, ribadiscono che, quella attuale a Putignano, è un'Amministrazione lenta e pertanto è nostro dovere impegnarci,nei confronti dei cittadini, per amministrare quanto prima il nostro Comune.

Senza tralasciare, dunque, 1’attenzione sul locale, ora siamo chiamati alla sfida sul nazionale per l’elezione del segretario.

Come circolo,possiamo dire che il 30 Aprile sarà una grande festa di democrazia e riguardo l’affermazione di Renzi nel circolo putignanese e non solo, posso dire che non sarà una partita facile, visto il garbuglio per la mozione Emiliano, la quale presenterà tre diverse liste a supporto, a differenza di quella di Orlando e Renzi, con una sola lista a sostegno”.

L’elezione di Giacomo Polignano, pertanto, non dovrebbe essere in discussione, ma per l’ala renziana putignanese sarà importante ottenere buoni riscontri in termini di risultato sul territorio.

Per completezza di informazione, in ballo, nelle liste riguardanti il circolo Bari Sud, ci sono altri due putignanesi, sui quali però paiono esserci davvero risicate, se non nulle, possibilità di elezione: per una delle tre liste di Emiliano, è candidata la giovane putignanese Margherita Pugliese come settima in lista; mentre è terza, nella mozione Orlando, la consigliere comunale Angela Fontana.

 

Tra i capolista nel circolo Bari Sud 2, oltre al già citato Giacomo Polignano per la mozione Renzi, c’è la d.ssa Sardone per la mozione Orlando, mentre per le liste a supporto di Emiliano, i capolista sono: Petronella, Gravinese e Ubaldo Pagano.

 

Riguardo la candidatura di Pagano, attuale segretario provinciale del Pd, chiosa Polignano: “Sorprende che il segretario provinciale si sia candidato ad un ruolo che lo vedrà opporsi, molto probabilmente, ad un segretario nazionale diverso da quello da lui supportato”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI