@@marker@@

La Samurai sulla via della dolce arte del Jujitsu

Samurai Putignano

L’antica arte del Jujitsu e della difesa personale affonda le sue radici nella storia dei guerrieri giapponesi che annientavano i loro avversari per salvare la propria vita.

Dal Giappone oltre al karate inizia la storia del Jujitsu, l’arte della cedevolezza, l’arte della difesa personale dove "il duro vince il morbido". L’antica arte giapponese è arrivata in Italia grazie al marinaio Gino Bianchi, impegnato con il contingente italiano in Giappone durante la Seconda guerra mondiale, che rimase colpito dall’efficacia di quell’arte marziale. La sua opera di diffusione iniziò da Genova e si espanse su tutto il territorio nazionale sino ad essere riconosciuto dalla FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti marziali), che ha ampliato il Jujitsu con l’MGA, metodo globale di autodifesa "basato su tecniche difensive utilizzabili da chiunque".

Inoltre l’MGA ha le sue radici nell’art.52 del codice penale, sulla legittima difesa, evidenziando “la proporzionalità tra la reazione e l’offesa” ed è l’unico metodo riconosciuto ufficialmente dalle forze armate italiane.

La Samurai come società affiliata alla FIJLKAM per la prossima stagione inserirà all’interno delle sue attività il Jujitsu e l’MGA, approfondendo lo studio della difesa personale.

Ad accrescere il livello tecnico, sabato 15 luglio 2017, l’associazione karateka putignanese ha ospitato il fiduciario regionale FIJLKAM per l’MGA Giulio Valente in una giornata dedicata interamente all’autodifesa e dando inizio ad una collaborazione che vedrà, nel prossimo autunno, coinvolte le istituzioni scolastiche, di polizia e tutti coloro che vorranno intraprendere l’affascinante mondo delle arti marziali, senza distinzioni di età e di sesso.

Samurai Putignano 2