@@marker@@

L'ASSOCIAZIONE VIVI LA STRADA A MONOPOLI

vivi_la_strada_monopoli Circa 3000 persone si sono soffermate, in piazza Vittorio Emanuele a Monopoli, nella serata dedicata alla cultura della sicurezza stradale, organizzata dal comando di Polizia Municipale con il Patrocinio del Comune di Monopoli.

Sono stati presentati due progetti in sinergia:
- “Ama la strada come te stesso” dell’associazione “Vivi la Strada .it” di Castellana Grotte e Putignano (www.vivilastrada.it)
- “Pit-Stop” del Ministero dei Trasporti e delle infrastrutture.

L’area “nord” della piazza monopolitana (il Borgo) è stata destinata a due Tir per la formazione educativa del Ministero dei trasporti, diretti dal Dott. Volpe, di un simulatore di velocità diretto dal Prof. Leonardo Indiveri e un mezzo dedicato al controllo revisioni di auto e mezzi di trasporto.

Al centro dell’area di passeggio pedonale è stato allestito un grande palco e maxi schermo, dove sono stati proiettati film e testimonianze.
L’inizio della serata è stato affidato alla presentatrice Daniela Mazzacane, giornalista del Tg Norba, e Tonio Coladonato responsabile della comunicazione di “Vivi la Strada .it” e organizzatore dell’evento.

Il comandante Magg. Dr. Palumbo, che ha voluto fortemente l’evento educativo sulla sicurezza stradale, ha spronando una certa stampa che ha fatto di Monopoli e dei suoi abitanti una città di persone indisciplinate e scorrette. Subito smentito dall’assessore allo sport che ha sottolineato la forte vocazione al rispetto delle regole e del codice della strada. Monopoli è una città di sani principi morali ed educativi, ha “gridato” l’assessore, visto l’importante numero di incontri, svolti durante l’anno scolastico, che sono stati promossi negli istituti scolastici della città.

Il palco ha ospitato i comandanti di Polizia municipali di Alberobello, Putignano e Martina Franca, gruppi di Volontariato, l'associazione Onlus “Uniti per i Risvegli” con il presidente Domenica Uva e la Dott.ssa Maria Teresa Angelillo, volontari che si occupa del gravoso stato del risveglio dal coma. La neuropsicologa Angelillo ha spiegato in pochi minuti la difficoltà di tante famiglie che, specie in questi mesi di ferie, sono completamente abbandonate senza avere un minimo di assistenza dalle istituzioni sanitarie preposte.

vivi_la_strada_monopoli.bisSono intervenute l'associazione “Overland Ovunque”, gruppo di Protezione civile di Putignano in Fuori strada, la TOP1 di Putignano di Piloti da competizione, Vigili del Fuoco di Bari e Putignano, Carabinieri motociclisti e Volontari, Oper Putignano, Ar27, Guardia di Finanza, il 118 di Turi soccorso, Croce Santa Rita e gli infermieri Giuseppe Marzullo, Macha Ivone diretti dal Dott. Francesco Mastrosimini con supervisore il Dott. Gaetano Dipietro, dirigente della centrale operativa del 118 di Bari.

Alle ore 22:30 si è fatto il collegamento telefonico con Waterloo e Bruxelles per l’apertura ufficiale, in Belgio, di una sede distaccata di “Vivi la Strada .it” chiamata “Vivre sur la route” e che sarà diretta dalla responsabile Severina Matarrese. All’evento ha partecipato la mamma Gina, venuta dal Belgio a ufficializzare l'avvenimento. In questo modo l’Associazione “Vivi la Strada .it” si avvicina agli organi europei, preposti alla divulgazione della sicurezza stradale, di cui è anche firmataria nella “Carta per la sicurezza stradale – 25.000 vite da salvare”.

Alle ore 22:45 le forze dell’ordine hanno dato una lezione pratico-dimostrativa di soccorso in un sinistro stradale. Hanno fornito prova di professionalità in un intervento simulato.

Grazie alla Famiglia di Lino Lippolis che ha donato a “Vivi la strada .it” un casco integrale, con il quale si è fatto una simulazione d’intervento a un centauro per l’estrazione corretta del casco.

Presente anche la famiglia Belviso con Stefania e Mariano, genitori di Roberto, che nel ricordo del loro piccolo 14enne gli è stata dedicata una video-dedica.

E’ stato anche esposto un mezzo a quattro ruote, per i ragazzi che non vogliono indossare il casco, per cui non occorre la patente, promotore di questa iniziativa espositiva Giuseppe Netti concessionario di Putignano.

In tanti hanno fatto un carico di “cultura di sicurezza stradale”, un appuntamento per i valori della vita.

Comunicato Stampa Vivi la Strada .it

sicurezzastradalemonopoli110 sicurezzastradalemonopoli124

sicurezzastradalemonopoli154 sicurezzastradalemonopoli167