@@marker@@

CATIA CARAMIA RISPONDE AL SINDACO

catia_caramia_dp Nel leggere, sui siti online di diversi periodici locali, l’agguerrito comunicato stampa del sindaco De Miccolis di smentita di una mia presunta dichiarazione riportata nei titoli di prima pagina del periodico Fax , della scorsa settimana e così intitolata: ”De Miccolis le offre la segreteria del PD ma Catia Caramia rifiuta, vuole di più”, mi sono posta alcune domande.

Perché De Miccolis ha voluto alzare i toni dello scontro con la sottoscritta, mentre è intento a far quadrare l’organigramma delle nomine per il consiglio comunale del 16 luglio p. v.?”


Nell’incontro a cui fa riferimento non mi è stata offerta la segreteria del PD ma mi è stato prospettato un ruolo che a mio parere non poteva che essere di primo piano in quel partito. Ma perché De Miccolis ha voluto rilanciare l’idea di una impossibile convivenza tra la sottoscritta e il centro-sinistra a Putignano?

Io ho reputato importante quell’incontro, perché si è svolto con toni civili e nella consapevolezza che, seppure da posizioni diverse, ci si stava confrontando sul futuro di Putignano. La prospettiva di un mio rinnovato impegno nel Pd, che è il partito in cui il sindaco si riconosce e lo stesso che io ho contribuito a far nascere, mi ha vista attenta ed interessata.

Ho risposto al sindaco che quella prospettiva non ci sarebbe mai stata senza un passo teso a ridare dignità politica alla mia persona, e ai tanti putignanesi che votandomi hanno contribuito a far vincere il centro sinistra a Putignano e a livello regionale.

Come Democratici per Putignano non ci sentiamo sconfitti. Prendiamo atto che il nostro progetto non ha avuto quel consenso che molti a parole dicevano di condividere, così come riconosciamo al sindaco De Miccolis di essere riuscito a sovvertire un pronostico che lo vedeva soccombente.

Ma non per questo rinnego quanto da me denunciato pubblicamente. Cinque anni di amministrazione di centro sinistra hanno consegnato un paese peggiorato sul piano politico: all’assenza di dialogo fra le forze politiche ha fatto riscontro un’idea di voto di scambio che ci ha fatto tornare indietro di decenni.

Questo centro sinistra ha governato con forti conflitti d’interessi e il sindaco De Miccolis è stato molto bravo, nella campagna elettorale, a mettere davanti a tutti la sua faccia” pulita”, ma si deve prendere atto che i consiglieri più suffragati del Pd sono quelli che più degli altri hanno dato di se stessi l’idea di una maggiore permeabilità a richieste di “favori”.

Il Sindaco De Miccolis ha a disposizione ancora cinque anni per completare il suo mandato e per dimostrare la sua coerenza; non consideri nemici né la sottoscritta, né i democratici per Putignano. Siamo disponibili al dialogo e a guardare all’impegno politico con rinnovato entusiasmo, ma perché questo accada, occorre fare chiarezza su quella che continua a rimanere una brutta pagina del centro sinistra a Putignano.

Catia Caramia - Comunicato Stampa Democratici di Putignano