@@marker@@

REFERENDUM E BALLOTTAGGIO

referendum Oggi 21 e Domani 22 giugno si vota per il ballottaggio e per il referendum sulla legge elettorale.

I seggi sono aperti domenica dalle 8:00 alle 22:00 e lunedì dalle 7:00 alle 15:00. Per poter votare sono necessari la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento.


Saranno consegnate una scheda di colore celeste per il comune, mentre le schede dei referendum sono una di colore viola, una beige ed una verde.

I tre quesiti chiedono se abrogare alcune disposizioni dei testi unici per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Referendum n. 1. Scheda di colore viola. Elezione della Camera dei Deputati.

Il quesito propone di abrogare la possibilità di collegamento tra liste e l’attribuzione alla coalizione di liste più votata del premio di maggioranza nazionale.
Alla Camera dei Deputati, in caso di vittoria del SI, il premio di maggioranza verrebbe attribuito alla lista singola (e non più alla coalizione di liste) che ottiene il maggior numero di voti validi nelle circoscrizioni del territorio nazionale.

Referendum n. 2. Scheda di colore beige scuro. Elezione del Senato della Repubblica.

La domanda prospetta di abolire la possibilità di collegamento tra liste e l’attribuzione del premio di maggioranza su base regionale alle coalizioni di liste più votate in ciascuna regione.
Al Senato della Repubblica, in caso di vittoria del SI, il premio di maggioranza verrebbe attribuito alle liste singole (e non più alle coalizioni di liste) che ottengono il maggior numero di voti validi in ciascuna regione.

Referendum n. 3. Scheda di colore verde chiaro. Disciplina delle candidature.

Il quesito enuncia di annullare la possibilità, per la stessa persona, di candidarsi contemporaneamente in più di una circoscrizione. In caso di vittoria del SI, verrebbe soppressa la facoltà di designarsi contemporaneamente in più circoscrizioni alla Camera dei Deputati o in più regioni al Senato della Repubblica.

Ciascun elettore ha diritto di esprimere il voto tracciando un segno sul riquadro corrispondente alla risposta da lui prescelta SI o NO.

Il referendum sarà valido se sarà raggiunto il quorum, ovvero il 50% + 1 dei votanti.