Giovedì 29 Ottobre 2020
   
Text Size

MARCIA SOLIDARIETA', PASSA DA PUTIGNANO

marcia_della_solidarieta Questa mattina, 12 agosto, alle ore 9:15, ha fatto tappa a Putignano la 35° Marcia della Solidarietà – Tour della Calabria, Basilicata e Puglia. Una marcia di 617 Km che quest'anno tocca le regioni del sud; partita da Martirano Lombardo (CZ) con arrivo a S. Giovanni Rotondo (FG).

Davanti a Porta Nuova i tedofori hanno portato i saluti del sindaco di Coccaglio, sono stati ricevuti dal presidente del consiglio comunale di Putignano, prof. Pietro Sportelli, che ha portato i saluti del nostro sindaco, dai presidenti della Fidas di Putignano, dell'Avis di Putignano, del gruppo Fratres di Putignano, dall'Aido locale, dall'Admo e da altre associazioni presenti nella realtà putignanese.

DONAZIONE SANGUE - Questa marcia, organizzata da 35 anni, è stata ideata da volontari della G. S. “Vita per la Vita”, con sede a Coccaglio (Brescia), per sensibilizzare alla donazione sia di sangue, soprattutto nei periodi estivi, sia di organi.

La marcia della solidarietà tocca luoghi e posti diversi; l'anno scorso ha attraversato l'Abruzzo, il prossimo anno toccherà all'Australia.

IL VALORE DELLA DONAZIONE - “Bisognerebbe donare di più, essere più consapevoli di questo, perché ci potrebbe essere anche un ritorno per i nostri cari e per noi”. Lo ha detto il presidente del gruppo Fratres, Nardone, che ha proseguito: “Donare non è dare, ma è ricevere... Ed è un gran bel ricevere, soprattutto avendo la consapevolezza di aver fatto del bene”.

Il tema della donazione risente ancora di un forte tabù e di resistenze culturali. Senza contare delle inefficienze tecniche contro cui ci si deve imbattere. A tal proposito, fa testo il reparto dialisi del P. O. S. Maria degli Angeli di Putignano che segue molteplici dializzati, non riuscendo a soddisfare tutti i richiedenti e trasferendoli anche ai reparti di presidi ospedalieri del circondario. E poi, ancora la piaga degli incidenti stradali in estate deve far riflettere, seriamente.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI