Sabato 18 Agosto 2018
   
Text Size

FAU Festival: L'innovazione a Putignano

FAu Festival 2018 (3)

Dal 21 al 29 luglio si è tenuta a Putignano la seconda edizione del FAU - Festival di Fabbricazione e Arte Urbana. Un evento che, realizzato in collaborazione tra Basics Architecture di Barcellona, Ass. Warrols di Putignano, Ass. Venti di scambio di Conversano e A.p.s. Projecta, ha visto coinvolte grandi e piccole aziende, imprenditori, formatori provenienti dall’Italia e dall’estero e giovani talenti del territorio, nell’intento di attivare la comunità sui temi dell’innovazione tecnologica e sociale.

FAu Festival 2018 (1)

Numerosi sono stati i momenti di condivisione di idee e competenze che hanno caratterizzato il festival. Il FAU ha avuto inizio con 5 laboratori che hanno animato diversi luoghi di aggregazione del comune di Putignano: il Laboratorio Urbano I MAKE, uno degli hangar messo a disposizione dalla Fondazione del Carnevale di Putignano e il Centro Diurno Paolillo di San Pietro Piturno. I workshop hanno trattato i temi dell’arredo urbano sostenibile, del disegno e della fabbricazione digitale, della coltivazione idroponica e della sperimentazione di tecniche sceniche innovative sui manufatti in cartapesta, conquistando l’entusiasmo dei professionisti e degli studenti partecipanti.

Il Festival è stato raccontato nelle serate di Piazza FAU, momenti di attivazione della comunità in cui più di 40 ospiti, tra imprenditori e giovani talenti provenienti da tutta Italia, hanno ispirato il pubblico con storie di innovazione applicata a diversi settori quali l’agricoltura, la promozione turistica e la valorizzazione del territorio.

Infine, sempre nello spirito della progettazione partecipata, il Festival si è concluso con il workshop “Progettiamo insieme la città sostenibile, aperta alla mobilità di materiali, merci e persone” realizzato in collaborazione con ICAM. Un incontro a cui hanno partecipato vari componenti della comunità locale per immaginare insieme la Putignano del futuro, partendo da un nuovo progetto dell’azienda putignanese.

FAu Festival 2018 (2)

“Parlare di risultati raggiunti non è semplice” ci dice il prof. Maurizio Verdolino, tra i principali sostenitori e organizzatori dell’evento, “soprattutto in un progetto che ha come finalità l'attivazione di comunità, il costruire un ponte tra le generazioni, l'empowerment dei giovani, la formazione e la sperimentazione. Non è semplice perché ci sono risultati tangibili come la costruzione delle 8 opere (l’area relax realizzata durante l’Urban Lab e che è stata donata al Centro Paolillo di San Pietro Piturno; e la torre di coltivazione idroponica, realizzata durante il workshop HydroponicLab, donata alla Scuola Media Parini); i 5 laboratori di innovazione attivati; i 90 partecipanti ai workshop; le 5 serate in piazza Plebiscito; i 40 ospiti di Piazza FAU; gli 11 formatori esteri e del territorio; i 25 volontari; le 24 aziende che hanno creduto nel progetto sostenendolo ed infine i tanti curiosi che hanno animato con la loro presenza le serate in piazza.

E poi ci sono i risultati intangibili come l'entusiasmo e il gradimento dei partecipanti, i numerosi attestati di stima ricevuti e soprattutto la soddisfazione più grande: essere entrati a far parte degli appuntamenti che la comunità locale riconosce e attende.”

FAu Festival 2018 (4)

Un risultato così grande che, ci dice Verdolino, “non sarebbe stato possibile senza il prezioso sostegno di piccole e grandi aziende del territorio e privati cittadini che, a vari livelli, hanno contribuito alla realizzazione del progetto, completamente autofinanziato. E senza il lavoro degli studenti, dei volontari e dei formatori a cui va un sentito ringraziamento per aver creduto nel FAU e per aver messo a disposizione competenze, tempo e professionalità.”

Il FAU Festival non esaurisce qui la sua carica di positiva innovazione tecnologica e sociale. In cantiere c’è già il GAD (Giovani Attivi Digitali), progetto che si terrà presso l'ex Macello di Conversano e vedrà l'attivazione di un laboratorio permanente di formazione e di fabbricazione digitale. Inoltre, a settembre sarà presentato un programma di attività finalizzato a coinvolgere persone, scuole, enti e associazioni in un progetto di sperimentazione didattica e in un piano educativo sui temi che al FAU stanno più a cuore: la formazione e l'orientamento all'auto-intraprendere, l'innovazione sociale e tecnologica, la sperimentazione e la valorizzazione delle risorse del territorio.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI