Lunedì 11 Dicembre 2017
   
Text Size

Storia della fotografia alla Scuola media "G. Parini"

Storia della fotografia Scuola Parini (5)

Nei giorni 8 e 15 novembre 2017 presso la Scuola media "G. Parini" si sono tenute, per le classi terze, due lezioni introduttive agli antichi strumenti fotografici a cura del fotografo Vito Vippolis e organizzate dalla professoressa Angela Mastrangelo, che aveva precedentemente già introdotto l’argomento nelle sue ore di storia dell’arte.

Il signor Vito Lippolis ha incominciato a Putignano ad appassionarsi di fotografia e qui ha realizzato i suoi primi reportage fotografici per poi trasferirsi a Roma per frequentare l’Istituto Superiore di Fotografia. Da Roma si è poi traferito a Milano per cominciare un periodo di apprendistato in diversi studi fotografici come assistente fotografo fisso e per lavori spot. Oggi è a Putignano come libero professionista e mette a disposizione le sue competenze tenendo corsi di fotografia rivolti a ragazzi e adulti.

Durante gli incontri , tenuti nell’aula magna dell’Istituto, sono state fornite nozioni tecniche di base, per far conoscere in che modo nasce l’immagine fotografica.

I ragazzi hanno scoperto gli strumenti “magici” che l’uomo ha inventato per catturare la luce e trasformarla in immagini; hanno visto cosa succede dentro la macchina fotografica, come è fatta e hanno imparato i termini più importanti nella fotografia.

Partendo con il mostrare una semplicissima camera oscura costruita utilizzando una scatola di scarpe, sono state percorse a ritroso nel tempo le più importanti tappe fotografiche che ci hanno portato alla moderna tecnologia digitale. I ragazzi hanno potuto vedere con i loro occhi antichi strumenti fotografici come la MENTOR GOLD & BREUTMANN costruita nel 1896, uno dei primi modelli di macchina a pellicola della KODAK FoldingAutographicBrownie del 1915 e una reflex 35 mm risalente al 1980. I ragazzi hanno così potuto conoscere diversi supporti fotografici che si utilizzavano prima dell’avvento del digitale.

Al termine della lezione è stata scattata una foto di gruppi con il supporto di una pellicola a sviluppo istantaneo con l’ausilio di una moderna macchina analogica a Banco Ottico, che trae le sue radici dalle antiche macchine fotografiche a soffietto utilizzate già nella seconda metà del 1800.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI