Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Carnevale di Putignano, presentati i bozzetti dei carri allegorici 2018

Carnevale Putignano logo 2018

Svelati i sette bozzetti dei manufatti in cartapesta ispirati al tema degli eroi

Iniziano ad accendersi i riflettori sul Carnevale di Putignano. In un incontro riservato alla stampa, il CdA della Fondazione Carnevale ha presentato i bozzetti dei setti carri allegorici che animeranno l'edizione numero 624 di uno fra i Carnevali più lunghi d'Europa.

Dopo la "diversità" e i "mostri", il 2018 sarà l'anno degli "eroi". È questo il tema designato dalla Fondazione Carnevale di Putignano che ha ispirato i maestri cartapestai nell'ideazione delle opere. Nei vari lavori presentati, il tema è stato declinato in ambito letterario, mitologico, sportivo e politico. «Non resta quindi – dichiara Giampaolo Loperfido, presidente della Fondazione Carnevale di Putignano – che attendere in corsi mascherati in programma il 28 gennaio, 4-11 e 13 febbraio 2018 per ammirare i giganti in cartapesta che daranno lustro al nostro Carnevale e a tutto il nostro Paese».

Di seguito vi presentiamo le foto dei bozzetti con una breve descrizione.

 

Tasse e tributi che Robin ci aiuti
Associazione Culturale “La Maschera”

La maschera_Tasse e tributi che Robin ci aiuti

Chiunque può essere un eroe. Basta un piccolo gesto in favore di qualcosa o qualcuno, un aiuto e si diventa eroi. Come ci insegna il personaggio di Robin Hood, la cui storia è stata fonte d’ispirazione per il carro allegorico.

Nei racconti Robin Hood, Principe dei Ladri, è un eroe popolare, difensore dei più deboli, paladino dell’uguaglianza economica e sociale che ruba ai ricchi per dare ai poveri. Un eroe che oggi, nella realtà, potrebbe aiutarci a livellare le disparità e realizzare una società fondata sull’uguaglianza e sulla giustizia. La disuguaglianza sociale, infatti, anche se negli anni diminuita è ancora motivo di dibattito, soprattutto politico.

Nella lettura dell’opera, lo sceriffo di Nottingham, nei racconti tratteggiato come un usurpatore, sovrasta il castello, simbolo di potere e ricchezza, brandendo una spada come intimidazione nei confronti del popolo. Nella parte inferiore c'è Robin Hood, a cavalcioni del suo compagno d’avventura Fra Tuck. Seduti su una catapulta, cercano di impossessarsi di quanto usurpato dal “potere” con la forza.


Eroi?! Sconfitti
Associazione Culturale “Falsabuco, tradizione e innovazione”

Falsabuco_Eroi_! Sconfitti

L'eroica Juventus, dopo essersi distinta in diverse competizioni calcistiche italiane ed europee, collezionato successi e conquistato record, non è riuscita a vincere il triplete, perdendo rovinosamente la Finale di Champions League 2017contro un fortissimo Real Madrid.

Nonostante la pesante sconfitta, i giocatori che compongono la squadra juventina sono eroi moderni. Hanno datoprova di valore e coraggio, affrontando grandi imprese, compiendo azioni straordinarie, uscendone sempre e comunque vittoriosi. Così tutta la squadra fa propri i valori e le caratteristiche tipiche degli eroi: coraggio, forza, abnegazione e temperanza.

Nell’opera, i giocatori sono rappresentati mentre si cimentano con i fondamentali del calcio, l’allenatore Massimo Allegri nell’atto di dettare schemi di gioco e incitare la squadra. Completano il manufatto un grande pallone utilizzato durante la Finale di Champions, il precedente logo della Juventus e due calciatori con un punto interrogativo al posto della testa, a rappresentare la loro sorte incerta dopo la sconfitta.

 

Gli immortali
Associazione Culturale “Carta&Colore”

Carta&Colore_Gli immortali

Siamo tutti un po' supereroi nel quotidiano, ma ce ne sono alcuni che ci fannoproprio morire dal ridere.

“Gli immortali” èuna satira politica e sociale, un modo per sbeffeggiare simpaticamente due supereroi dell'immortalità. Nel senso che proprio non si riesce a liberarsene.Il Cavalier Berlusconi, il Superman della politica italiana, capace di resistere a qualsiasi processo o scandalo piccante, e Matteo Renzi, enfant prodige dello Stato, l’Uomo Ragno capace di arrampicarsi su qualsiasi superficie (soprattutto specchi). Entrambi sono rappresentati come marionette i cui fili sono tenuti da una figura “allegra” ma morta dal ridere.

Questa grande maschera centrale rappresentanoi cittadini, con tutti i colori delle nostre diverse idee politiche, che unitamente, a ogni tornata elettorale, decidiamo da chi farci rappresentare nel Gran Teatro dell'Arte del Governo. Votiamo politici che dovrebbero essere sempre collegati con noi e rappresentarci degnamente. Tuttavia, sembra che queste “marionette” vivano di vita propria e che a noi, poveri elettori, non resti che ridere amaramente dei loro misfatti.

 

Eroi per forza
Associazione Culturale “ARCAS Franco Giotta”

Arcas_Eroi per forza

L’eroe, nell’era moderna, èchi compie uno straordinario e generoso atto di coraggio che comporti o possa comportare il consapevole sacrificio di se stesso, allo scopo di proteggere il bene altrui o comune.

Eroe è il disabile che, nonostante le problematiche, con gran sacrificio dimostra che l'impegno e l'amore per la vita può abbattere tutte le barriere. Eroe è il vigile del fuoco o chiunque interviene in soccorso dell’umanità. Eroi sono i genitori, consiglieri e maestri di vita pronti a sacrifici e rinunce pur di assicurare il meglio ai propri figli. Eroe per forza è chi per protagonismo o per imposizione, padrone di possibilità di comando, incurante dei modi e dei valori umani, pensa di guadagnare consensi popolari diversamente impossibili.

Esempi di eroi ed eroi per forza sono rappresentati ai lati del carro allegorico. Al centro è raffigurato l’italiano, espressione di eroismo, intento a soccorrere con grande sforzo i migranti da certa e tragica fine, sostituendosi in tutto a un'Europa (rappresentata dalla Cancelliera tedesca Angela Merkel) assente.

 

Eroe cercasi
Associazione Culturale “Conlemani”

conlemani_Eroe cercasi

La crisi attanaglia il nostro Paese. Un Paese che, oggi, non si riconosce più allo specchio. Numerosi i campanelli d’allarme che minano la ripresa e la stabilità di un sistema in difficoltà. Scarsa fiducia nel futuro, debito pubblico e privato, incremento delle tasse, disoccupazione, sistema bancario in affanno sono alcuni dei problemi che l’Italia si trova a dover affrontare ogni giorno.

In questo scenario è sempre più difficile trovare e far emergere l’eroe. Il cavaliere che, animato da spirito patriottico, potrebbe trovare valide ed efficaci soluzioni per risollevare le sorti della “Principessa Italia” e salvarla dalle grinfie del “drago” della crisi politica ed economica. È questo il messaggio che l’associazione “Conlemani” vuole lanciare e rappresentare attraverso la sua opera.

 

L'Odissea dell'Io
Associazione Culturale “Carta…pestando”

Cartapestando_L'Odissea dell'Io

L’uomo e il suo viaggio senza fine nell'odissea della vita. Un’espressione che racchiude il senso dell’opera, un carro allegorico che celebra l’eroicità dell'uomo e lo straordinario percorso che intraprende nella vita. L’uomo come Ulisse, eroe dalle molte astuzie, che attraverso le sue molteplici esperienze arricchisce la sua natura e la sua umanità. Eroe errante, eroe delle tentazioni che subisce il fascino dell'avventura, il rischio di restarne preda, la capacità di controllarne la misura e l'esito per poi ripartire, tenendosi aggrappato alla vita e al trascorrere del tempo.

Un viaggio nell’odissea della vita, nel quale ognuno si costruisce il proprio cavallo di Troia con cui partire e conquistare, superare gli inganni e le tentazioni, reso forte dalle proprie emozioni primarie quali gioia, tristezza, paura e rabbia. Per poi presentarsi al cospetto del tempo, che narrerà le gesta di quello che egli è stato.

 

Odissea nello strazio
Associazione Culturale “cArteinregola e Deni Bianco”

cArteinregola_2018 Odissea nello strazio

Il cavallo di Troia, metafora dell'inganno per eccellenza, stratagemma ideato da Ulisse per sconfiggere Troia, entra in città. Ulisse è al suo interno insieme ai suoi valorosi compagni. Omero nell'Odissea racconta le gesta di Ulisse, un eroe vero, disposto a sacrificare la vita per i propri principi, esempio per tutti di sani ideali e valori universali.

Dove sono gli eroi oggi? L’esasperata retorica dei mass media sforna quotidianamente eroi finti, la gente segue chi si mette in mostra, i famosi, gli idoli costruiti in sala trucco, e loro si crogiolano nell'elogio di masse ipnotizzate. Sembra di vivere in un mondo senza più valori, senza gli entusiasmi che nel corso della storia hanno spinto gli eroi veri a lottare per le grandi conquiste dell'umanità.

Oggi gli eroi non ci sono più. Resta lo strazio di supereroi a cui l'umanità intontita non assegna più nessun compito, disoccupati da tempo, esperti del super niente, arrugginiti, goffi e inadeguati.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI