Martedì 10 Dicembre 2019
   
Text Size

FINGE UNA RAPINA PER NASCONDERE IL FURTO

comandante_nucci

Lunedì 1 giugno, alle ore 16 circa un giovane trentenne, corriere per una ditta privata, si è presentato alla caserma dei carabinieri ed esporto denuncia per una rapina subita qualche ora prima in zona industriale.

L'uomo ha dichiarato ai Carabinieri che mentre si recava con il suo furgone verso i capannoni industriali nei pressi della ditta Capozzi, una Fiat Tempra bianca gli ha tagliato la strada. Dall'auto sono usciti due uomini incappucciati e pistola in pugno gli hanno intimato di non muoversi e di consegnare tutto il denaro. Intimorito, il corriere ha consegnato l'incasso, circa 700 euro, subito dopo i due criminali sono fuggiti. I carabinieri, hanno allertato il comando di Gioia del colle e un elicottero era pronto per alzarsi in volo per perlustrare la zona, mentre alcune pattuglie di Carabinieri si stavano preparando ad effettuare dei posti di blocco.

Il comandante Nucci ha iniziato a nutrire dubbi sulla versione fornita dal giovane, e dopo alcune indagini si è scoperto che il corriere aveva denunciato una falsa rapina. Davanti all'evidenza dei fatti, l'uomo ha confessato di essersi inventato tutto per non subire una punizione e un richiesta di risarcimento danni da parte della azienda.

Il corriere, alle ore 13:00 aveva subito veramente il furto del borsello che conteneva il denaro dell'incasso della giornata. Ma il fatto è accaduto su corso Umberto I mentre consegnava della merce. Per la fretta della consegna, il corriere aveva lasciato il borsello con il denaro, incustodito nel suo pulmino, e qualcuno, vista la facile occasione, lo aveva rubato. L'uomo è stato denunciato per simulazione di reato e procurato allarme ed ora rischia da 1 a 3 anni di carcere.

Il Giornale di Putignano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI