Sabato 21 Ottobre 2017
   
Text Size

Putignano, pregiudicato arrestato per furto ai danni di anziani

Truffa anziani arresto


Scoperto e arrestato dai Carabinieri un pregiudicato 63enne di Triggiano,
responsabile di due furti aggravati ai danni di anziani ultraottantenni,
con la tecnica del cosiddetto “filo di banca/posta”


Ieri mattina, i militari della Stazione Carabinieri di Putignano hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, A.V. 63enne di Triggiano (BA), responsabile di due furti aggravati commessi in danno di anziani.

In particolare le indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Putignano e coordinate dal Sost. Proc. dott. Manfredi Dini Ciacci, della Procura della Repubblica di Bari, sono iniziate il 22 dicembre 2016, quando una signora 83enne di Putignano si è recata presso la locale Stazione CC per denunciare che, nell’androne della propria abitazione, era stata avvicinata da un signore distinto nel portamento il quale, dopo averle chiesto un’ informazione, con una mossa fulminea, era riuscito a sottrarle dall’interno della borsa una busta contenente la somma di €. 700,00 poco prima prelevata da un Istituto di Credito ubicato nelle vicinanze. Nel corso delle preliminari indagini i militari hanno riscontrato che il “modus operandi” dell’autore dell’odioso furto era analogo ad un altro episodio occorso in Conversano (BA) il 4 febbraio 2017, ai danni di un 85enne del luogo che, all’interno di una tabaccheria, era stato avvicinato alle spalle da un individuo il quale, con destrezza, gli aveva sfilato, dalla tasca del giubbotto, la somma di 1.300,00 euro equivalente alla pensione prelevata poco prima dal vicino ufficio postale.

I successivi più approfonditi accertamenti, sviluppati attraverso escussioni testimoniali ed esame dei sistemi di videosorveglianza presenti nei luoghi interessati, consentivano di stabilire che l’autore dei due furti era la stessa persona, ovvero un uomo, apparentemente insospettabile, dal portamento distinto, vestito con un loden color cammello, il quale, dopo aver scelto la vittima, adocchiata al momento del prelievo di danaro all’interno di un istituto di credito o ufficio postale, la seguiva e, cogliendo l’attimo più favorevole, metteva a segno il colpo senza troppi scrupoli. Le prove acquisite, oltre ai numerosi trascorsi specifici annoverati dall’uomo, hanno consentito agli inquirenti di risalire, senza ombra di dubbio, al 63enne A.V., cosicché, per entrambi i furti, il P.M. della Procura della Repubblica di Bari ha potuto richiedere al GIP del locale Tribunale, dott.ssa Valeria La Battaglia, una misura cautelare a carico del malfattore, resosi responsabile di tali detestabili reati, soprattutto perché commessi ai danni di anziani, ovvero persone più deboli e facilmente vulnerabili.

A.V. è così finito agli arresti domiciliari, ove resterà a disposizione della competente A.G..

Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri per accertare se l’arrestato si è reso responsabile di analoghi delitti commessi in danno di anziani anche in altri comuni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI