Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Putignano piange Alessandro Nardelli

ALESSANDRO NEREO

Ad ognuno di noi dovrebbe essere data l’opportunità di vivere tutta la propria vita, di giocare tutte le proprie carte, di sorridere, di sognare, di soffrire, ma sopratutto, di compiere 26 anni. Un lusso che a Nereo Alessandro Nardelli non è stato concesso, perché la sua sorte amara lo ha preso per mano e lo ha portato via a soli 25 anni. Nereo viveva da qualche anno in Trentino Alto Adige ma era sempre rimasto legato alla sua Putignano, ai suoi genitori, alla sorella, agli amici di sempre. Sabato mattina Nereo è stato colpito da un malore improvviso mentre era al lavoro. Una morte assolutamente misteriosa, perché il ragazzo non soffriva di alcuna patologia. Un mistero e una fine terribile destinata a rimanere un mistero. I funerali si sono tenuti a Foggia, città d'origine del ragazzo lo scorso lunedì 20 marzo. Tuttavia il ragazzo è stato tumulato nel cimitero civico di Putignano per desiderio dei suoi genitori. Una morte che lascia la cittadina senza parole. La morte è sempre dolorosa ma diventa addirittura inaccettabile quando colpisce chi ha solo 25 anni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI