Domenica 15 Settembre 2019
   
Text Size

Droga nello scooter. Arrestati due putignanesi

La droga sequestrata dai Carabinieri di Putignano

 

Proseguono i controlli e i blitz delle Forze dell’Ordine per contrastare la criminalità locale

 

Proseguono i controlli dei Carabinieri della Stazione di Putignano, guidati dal Maresciallo Giuseppe Migliaccio, per contrastare lo spaccio di droga nella nostra città.

Nella tarda mattinata di domenica 23 ottobre, nell’ambito di servizi mirati alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, i militari hanno sottoposto a controllo due giovani putignanesi, uno dei quali ancora minorenne (17 anni), che viaggiavano a bordo di un ciclomotore per le vie del centro cittadino.

I due, avendo assunto un atteggiamento sospetto, sono stati perquisiti ed il più giovane è stato trovato in possesso di 6 dosi di “hashish”, che nascondeva nelle tasche dei pantaloni. Successivamente sono state eseguite delle perquisizioni domiciliari, e, nella camera da letto del maggiorenne, sono state rinvenute ulteriori 6 dosi di “hashish”, confezionate nello stesso modo delle precedenti, nonché 5 dosi di “marijuana”, materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente. Complessivamente, i militari hanno sequestrato 36 grammi di “hashish” e 15 grammi di “marijuana”.

Il minorenne è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari, mentre, per il maggiorenne, sono scattate le manette ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

 

Il caso Pesce. Arresti e blitz da mesi

I Carabinieri sono all’opera da settimane orami e impegnati su tutti i fronti (droga, usura, gioco d’azzardo, armi) per restituire ai putignanesi una città più sicura, libera dai criminali e rispettosa della legalità. Numerosi sono stati nell’ultimo periodo gli arresti eccellenti. Recentemente la Finanza ha effettuato un maxisequestro, ‘impoverendo’ così il pluripregiudicato putignanese Marco Pesce: ville, immobili, conti correnti e un’azienda di ferro, per un patrimonio del valore di 15 milioni di €!

La settimana scorsa i Carabinieri hanno ripreso anche Giovanni Dalena, boss di Putignano, tornato agli arresti domiciliari. Le Forze dell’Ordine sono in piena attività e questo fa piacere alla popolazione. Finora sono stati fermati sia i ‘pesci’ grandi che quelli ‘piccoli’.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI