Martedì 11 Agosto 2020
   
Text Size

Putignano, non ce l'ha fatta il 42enne colto da malore

gianni sportelli putignano

 

Gianni Sportelli, il 42enne che nella serata di martedì 19 agosto è stato colto da malore in Corso Umberto I, purtroppo non ce l'ha fatta.

Come ricordato nel precedente articolo, l'uomo – diabetico e dializzato – è stato soccorso da alcuni passanti, che hanno allertato il 118. La centrale operativa di Bari ha smistato la chiamata all'unità di Castellana Grotte, dal momento che il mezzo della postazione di Putignano era impegnato fuori sede.

L'unità di soccorso è giunta sul posto dopo poco più di 15 minuti, trasportando il paziente – le cui condizioni erano parse da subito gravi – presso l'Ospedale Santa Maria degli Angeli di Putignano. Qui, nonostante le cure ricevute dal personale medico, Gianni Sportelli è deceduto.

I funerali si terranno questa mattina alle ore 9,00 presso la Parrocchia Maria SS. del Carmine.

Commenti 

 
#12 ICS 2016-09-11 15:17
POI LA PERSONA IN QUESTIONE AVEVA MOLTI PROBLEMI DI SALUTE...QUINDI NN DIAMO FIATO ALLA BOCCA SENZA CONOSCERE TUTTE LE DINAMICHE.
 
 
#11 ICS 2016-09-11 15:14
LA COLPA NN è DELLA ASL, LA COLPA E' DELLA POLITICA CHE GESTISCE LA SANITA'
 
 
#10 Gino 2016-08-30 19:02
X azz:
No, pare abbia avuto un'emorragia cerebrale. Quindi nemmeno il trasporto in 30 secondi al pronto soccorso l'avrebbe salvato. Questo però non cambia la questione: le manovre di pronto soccorso, di rianimazione cardiopolmonare e l'accesso a defibrillatori in luoghi pubblici salverebbero più vite di quanto potrebbe fare l'aumento del numero delle ambulanze a disposizione, quindi no, non la smetto di parlare di defibrillatori e massaggi cardiaci
 
 
#9 azz 2016-08-29 08:59
1. se non erro il signore non ha avuto un arresto cardiaco quindi finitela di parlare di defibrillatori e massaggi cardiaci.

2. dov'è finito il commento che suggeriva la possibilità che il 118 dia l'ok al trasporto in auto (circa 300 metri) dopo aver accertata la mancanza di ambulanza a Putignano?
 
 
#8 Gino 2016-08-28 09:17
Ma cosa dovete denunciare, siete solo degli sciacalli da tastiera. Invece di puntare il dito verso presunte inefficienze imparate la rianimazione cardiopolmonare, il primo soccorso e incentivate la diffusione dei dispositivi defibrillatori nei luoghi pubblici
 
 
#7 Angela Putignano 2016-08-27 10:54
Denunciate ...nn vinceremo mai contro persone corrotte ma denunciate 15 minuti sono tanti troppi ....di cosa avete paura ....una vita umana vale più di qualsiasi cosa ....vergogna Putignano un paese vergognoso
 
 
#6 Paolo Debrando 2016-08-26 05:33
il defibrillatore è a 20 metri e nessuno ha pensato di usarlo??????
 
 
#5 Città cardioprotetta 2016-08-23 08:14
... e gli sciacalli che hanno messo fuori uso il defibrillatore non sentono nessuna "gastem"?
 
 
#4 Marco. 2016-08-22 19:22
Sono pienamente d'accordo con Jimmy..
Capisco il dolore della famiglia, ma io farei causa alla ASL.. E' inaccettabile che per fare 50 metri debba arrivare un mezzo da un'altro paese!!!!!! 15 minuti sono un'eternità in questi casi!!!
 
 
#3 Poveri noi 2016-08-21 14:45
E per fortuna c'è il diritto alla salute ????
 
 
#2 Cittadino 2016-08-20 21:51
15 minuti per arrivare l'ambulanza quando l'ospedale era a 50 metri?! follia! :o
 
 
#1 jimmy 2016-08-20 09:12
per fare 200 metri è arrivata l'ambulanza da castellana? Si stava meglio quando si stava peggio..... e questo è il sistema che funziona? e se quei minuti che l'ambulanza ha impiegato ad arrivare da castellana sono stati fatali o no chi lo stabilisce? Ormai la persona è morta, facciamo il funerale e tumuliamo tutto..... Sia il direttore generale della ASL Montanaro e il presidente della Regione Emiliano DEVONO sentirsi responsabili di queste morti per un sistema che loro istituzioni hanno creato. Ogni paese che si rispetti dovrebbe avere la doppia ambulanza anche se non medicalizzata. Ma dobbiamo pagare infermieri ed autisti.... troppo. Ma i dirigenti al mese quanto si frecano? Mandatene a casa uno e pagate un equipaggio per l'ambulanza. Tanto cosa dirigono + se soldati non ce ne sono?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI