Mercoledì 22 Gennaio 2020
   
Text Size

SABATO SERA LE CANTASTORIE IN PIAZZA

anteprima_cantastorie Anteprima CantaStorie è la prima iniziativa che si terrà sabato 11 luglio alle ore 23:30 in Piazza Plebiscito a cura dell’Associazione LocalLab.

CantaStorie è il progetto vincitore del concorso Principi Attivi. L’obiettivo è di restituire alla cittadinanza il centro storico di Putignano, come s’immaginava da bambini, con folletti e cantastorie che ti accompagnano alla scoperta di vie, piazze e chiesette del borgo antico.

In anteprima durante la serata saranno narrati le prime storie dei nonni, cioè fiabe e racconti di cui non si conosce l’autore perché frutto di una creazione collettiva.

I racconti sono tratti dalla raccolta di “M’dess nonon” curata dal Centro d’Animazione Culturale Sarabanda Verde.  Le storie che saranno proposte sono “U Purch arrubat” (Il Porco rubato), “V’las i a Mort” (Biagio e la Morte), “I fat da prem m’gghièr” (Le fave della prima moglie). Infine ci saranno animazioni di artisti di strada e il concerto del gruppo Cascaréa.

L’evento è promosso dalla Fondazione del Carnevale di Putignano e dal progetto Cantieri Creativi, con il patrocinio del Comune di Putignano, della Regione Puglia e dalla Fondazione per il Sud.

L’Associazione Culturale LocalLab è nata il 23 giugno 2009 e tra le diverse attività previste, si prevede l’organizzazione di eventi che promuovano il territorio e le tradizioni locali con l’attenzione all’arte, alla musica e alla cultura locale.

Commenti 

 
#3 La Liberatoria 2009-08-04 22:25
Quella dell'11 luglio in Piazza Plebiscito era un'anteprima, un piccolo assaggio del ben più corposo progetto CantaStorie, che la Regione Puglia ha deciso di finanziare.

Sbagliato ritenere che il progetto verta solo sulla celebrazione di racconti popolari: iniziativa questa, che seppur valida e degna di nota, non avrebbe certo valso, sola, un riconoscimento tanto importante come quello ricevuto dal concorso regionale Principi Attivi.

Sbagliato, quindi, e forse un pò cattivo, anche suggerire l'idea che qualcuno, arrogandosi lavoro altrui, ne abbia beneficiato senza merito.

E sbagliato, infine, dubitare della buona fede e del rispetto dovuto, dato che la prassi -ovvero ottenere apposita autorizzazione firmata- è stata attesa puntualmente.

Rispettosamente,

il presidente dell'Ass. Cult. LocalLab.
 
 
#2 La Liberatoria 2009-08-04 21:23
Salve,

a onor di cronaca mi preme dire che l'ideatore e autore della raccolta "M'dess nononn", Pinuccio Mangini, è stato naturalmente e previamente informato dell'iniziativa promossa dall'Associazione Culturale LocalLab, non ha esitato a firmare apposita liberatoria.

Inoltre, l'iniziativa non è stata finanziata (leggasi PAGATA) da PRINCIPI ATTIVI, poichè il contributo o, se si preferisce, la "sostanza" alla quale si fà chiaramente riferimento nel commento precedente, verrà erogato solo alla fine di settembre... ma queste, credo, siano dinamiche che non interessino.


Cordiali saluti.
 
 
#1 educazione critica 2009-07-10 17:41
Resto interdetto difronte a questa iniziativa finanziata (leggasi PAGATA) da Principi Attivi. Non per i contenuti in se, quanto per l'opportunità di "sfruttare" il lavoro svolto con passione e GRATUITAMENTE per amore delle tradizioni popolari e di Putignano, da persone che non sono state nè citate nè tantomeno informate dell'uso che verrà fatto del loro lavoro di ricerca (mi riferisco ai curatori del libro "M'dess nononn" della defunta Sarabanda Verde).
Facile ribattere alla mia critica con il concetto, da me pur condiviso, della natura collettiva delle tradizioni orali popolari...ma ritengo, a torto o a ragione, che i curatori che all'epoca si sono occupati di questo bellissimo libro avrebbero meritato perlomeno una comunicazione informale dell'uso che verrà fatto del proprio lavoro di ricerca.
Quando si "ricava" SOSTANZA da un regalo fatto alla collettività da gente volenterosa e disinteressata (almeno dal punto di vista economico e materiale, visto che i diritti del libro sono da sempre detenuti dall'editore) sarebbe opportuna maggior attenzione alla forma e al rispetto "culturale".
Comunque, in bocca al lupo per la manifestazione, che resta valida e comunque apprezzata dallo scrivente.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI