Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

Musica assordante, arrivano i Carabinieri

La Caserma  dei Carabinieri

Una festa di laurea per celebrare degnamente le fatiche di un lungo percorso di studi oramai volto al termine, si è svolta sabato sera 8 luglio in un appartamento di via Purgatorio. Balli, schiamazzi, musica ad alto volume e una buona scorta di alcol. Tutto lecito finché l’esagerazione non infastidisce i vicini. È soprattutto l’altissimo volume della musica a far innervosire i vicini che decidono di chiamare i Carabinieri.

I militari della Stazione di Putignano, ricevuta la segnalazione, giungono sul posto ed effettivamente si rendono conto che il volume è decisamente troppo alto. Con pacatezza invitano i padroni di casa ad abbassare il volume. I ragazzi paiono più che collaborativi, danno ragione ai Carabinieri e promettono che i loro festeggiamenti avrebbero avuto un profilo e un volume più basso. Ma dopo neppure dieci minuti dalla visita dei militari, ecco che i ragazzi dimenticano la loro promessa e il volume torna, nel cuore della notte, a essere quello di prima.

Sono le due di notte passate e i vicini, la cui pazienza è ormai al limite, richiamano i Carabinieri che sono costretti a richiamare nuovamente i ragazzi, redarguendoli sulle possibili conseguenze penali del loro comportamento. Questa volta l'ammonimento ha buon esito e i festeggiamenti si concludono senza ulteriori disguidi.

Commenti 

 
#2 Perplesso 2017-07-21 17:19
Però quando i Carabinieri vengono chiamati il sabato sera per il volume da discoteca di *** "prendono atto " e non intervengono. Due pesi e due misure.
I locali pubblici fanno quello che gli pare, il Comune autorizza e le forze dell'ordine, vigili urbani e Carabinieri, se ne lavano le mani. È giusto reprimere solo gli schiamazzi dei privati? Lo scopo di lucro autorizza a fare tutto il rumore che si vuole?
 
 
#1 Troppo buoni 2017-07-20 13:56
Per educare questa gente non serve redarguirla ***
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI